VittimeMafia.it

13 Settembre 1920 Monreale. Assassinato Gaetano Millunzi, parroco della cattedrale. Molti attribuiscono la sua uccisione alla mafia e alla gestione delle acque legate alla mensa arcivescovile. PDF Stampa

Fonte: it.wikipedia.org

Gaetano Millunzi (Monreale, 7 aprile 1859 – Monreale, 13 settembre 1920) è stato uno storico, letterato e presbitero italiano.

Entra dodicenne nel Seminario Arcivescovile di Monreale[1] e viene ordinato sacerdote a 23 anni, nel 1882.

Poeta, latinista, storico, scrittore, letterato, amante delle lingue antiche e dell'arte[2].

Nel 1882 è nominato vice rettore del convitto dei Chierici Rossi e nel 1891 Rettore. Si adopera per la riforma dell'istituto, voluto nel 1821 dall'arcivescovo Domenico Benedetto Balsamo, trasformandolo in una palestra di studi e di vita cristiana, sul modello della scuola filosofica monrealese dell'arcivescovo Francesco Testa. Da professore di lettere latine ed italiane succede nel 1887 al can. Giuseppe Vaglica; dal 1904 fino alla morte ricopre il ruolo di Direttore delle Scuole arcivescovili.

Effettua degli studi demologici sulla scia di Giuseppe Pitrè, Salvatore Salomone Marino, Luigi Di maggio, Vincenzo Di Giovanni e molti altri, fondatori della Società Siciliana per la Storia Patria.

Nel 1890 viene eletto parroco e canonico della Cattedrale di Monreale.

Nel 1900 fonda la Cassa Rurale a Monreale.

Il 13 settembre 1920 viene ucciso a colpi di lupara nella sua casa di villeggiatura a Realcesi (Monreale). Intorno alla sua uccisione non si è fatto ancora chiarezza, sebbene molti l'attribuiscono alla mafia e alla gestione delle acque legate alla mensa arcivescovile.

 

 

Share/Save/Bookmark
 

Menu

Sei  : Home Vittime 13 Settembre 1920 Monreale. Assassinato Gaetano Millunzi, parroco della cattedrale. Molti attribuiscono la sua uccisione alla mafia e alla gestione delle acque legate alla mensa arcivescovile.