VittimeMafia.it

5 Dicembre 2009 Taurianova (RC). Francesco Maria Inzitari, 18enne di Rizziconi, ucciso all'uscita di una pizzeria con dieci colpi di pistola. PDF Stampa

Foto e nota da Mediterraneonline.it

Per Francesco Inzitari dagli amici pagine intere sui quotidiani.

Scritto da Luigi Palamara

‘NDRANGHETA: OMICIDIO INZITARI, DA AMICI PAGINA SU QUOTIDIANI

Rizziconi (Reggio Calabria) 31 dicembre 2009 – «Affinchè il tuo sacrificio sia il coraggio, l’impegno, la voglia di riscatto per la nostra terra». È la frase riportata su una pagina pubblicata a pagamento sui quotidiani calabresi dagli amici e colleghi di Francesco Maria Inzitari, di 18 anni, ucciso la sera del 5 dicembre a Taurianova (Reggio Calabria). Il giovane era figlio di Pasquale, ex esponente dell’Udc, condannato nel settembre scorso per concorso esterno in associazione mafiosa. La pagina, che ritrae il ragazzo sorridente in un momento di vacanza, sullo sfondo di un campo da sci, si apre con la frase «…Che la tua luce continui ad accompagnarci in questo nuovo anno». In chiusura della dedica una citazione di Pablo Neruda: «La speranza ha due bellissimi figli: lo sdegno e il coraggio. Lo sdegno per le cose che ci sono, il coraggio per cambiarle». (ANSA).

 

Articolo di TG24.SKY.IT del 6 Dicembre 2009

'Ndrangheta, ucciso Francesco Maria Inzitari

Il diciottenne figlio di Pasquale Inzitari ex esponente dell'Udc, è stato raggiunto da numerosi colpi di pistola calibro 9. Secondo gli investigatori la matrice del delitto è di stampo mafioso

L'omicidio è avvenuto a Taurianova, davanti ad una pizzeria, dove si era diretto per festeggiare la festa di un diciottesimo compleanno. Qualcuno sapeva che era lì. I killer hanno sparato con una pistola calibro nove per ventuno. La morte è stata istantanea. Il giovane che era nipote dell'imprenditore Nino Trinci, ucciso con una auto bomba nell'aprile del 2008 a Gioia Tauro. L'ipotesi delle forze dell'ordine al momento è che si tratti di una vendetta nei confronti del padre, ex politico dell'Udc e socio della Divin, una società che ha realizzato e poi venduto uno dei più grandi centri commerciali della regione: il Porto degli Ulivi, posto sulla Statale 111, nel territorio di Rizziconi, posto sotto sequestro dall'autorità giudiziaria.

Le indagini dunque sono inquadrate nell'ambito delle vicissitudini giudiziarie che hanno coinvolto il padre del ragazzo, che era stato arrestato nel maggio del 2008 con l'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa a conclusione delle indagini della Dda di Reggio Calabria. Indagini che si focalizzano sulla realizzazione appunto del centro comemrciale Porto degli Ulivi.

 

 

Fonte: stopndrangheta.it

Ndrangheta: ucciso il figlio dell'ex politico Udc Inzitari
di Ansa (06/12/2009)  

TAURIANOVA - Non gli hanno lasciato scampo. Probabilmente non si è neanche accorto di quanto stava per accadere, quando quelle due persone gli si sono avvicinate e poi lo hanno fulminato sparandogli contro dieci colpi di pistola calibro 9x21. E' morto così Francesco Maria Inzitari, 18 anni appena, di Rizziconi, ucciso davanti ad una pizzeria di Taurianova dove si stava recando per partecipare alla festa di compleanno di un'amica. Un cognome conosciuto, quello della giovane vittima, che potrebbe anche essere all'origine del suo omicidio. Il padre, Pasquale Inzitari, imprenditore, per anni è stato un politico di primo piano della piana di Gioia Tauro, ricoprendo anche l'incarico di vice sindaco e assessore di Rizziconi e arrivando alla candidature per le politiche del 2006 con l'Udc senza essere eletto. La sua carriera politica si è interrotta nel maggio del 2008, quando è stato arrestato insieme a Domenico Rugolo, di 73 anni, considerato uno dei boss della 'ndrangheta della Piana. E nel settembre scorso è giunta la condanna a sette anni e quattro mesi di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa. Gli investigatori non escludono alcuna ipotesi, ma la prima pista che intendono seguire per dare un volto agli assassini di Francesco Maria è proprio quella della vendetta trasversale. Perché di sicuro il delitto è di chiaro stampo mafioso, tant'è che l'inchiesta, condotta dai carabinieri, dopo i primi atti urgenti della Procura di Palmi, passerà alla Dda di Reggio Calabria. Inzitari, che si trova ai domiciliari e non ha mai collaborato con gli inquirenti, era anche il cognato di Nino Princi, l'imprenditore morto nel maggio 2008 in seguito all'esplosione di una bomba sotto la sua auto e che, a sua volta, era il genero di Rugolo. Inzitari, secondo gli inquirenti, è stato la mente imprenditoriale della costruzione del centro commerciale Parco degli Ulivi di Rizziconi, realizzato, secondo l'accusa, su terreni acquistati in precedenza a prezzi agricoli da prestanome della cosca Crea, una volta alleata con quella dei Rugolo. I terreni passarono poi alla società Devin, di cui Inzitari era socio, che vi costruì il centro commerciale. Ma l'imprenditore, per sottrarsi alle continue richieste di denaro e lavori dei Crea, si sarebbe rivolto al cognato Princi che, secondo l'accusa, fece arrestare, nel luglio 2007, dopo una decina d'anni di latitanza, il presunto boss Teodoro Crea anche allo scopo di dare totale campo libero al suocero Domenico Rugolo. Per quell'intervento, Princi, secondo le indagini condotte dalla Dia reggina, sarebbe diventato socio occulto della Devin al 16%. La società fu successivamente ceduta, nel 2007, al Credit Suisse per oltre 11 milioni di euro. Gli investigatori puntano sulla vendetta anche perché Francesco Maria Inzitari era ''assolutamente incensurato'', come ha detto un inquirente. Il giovane, nel luglio del 2007, fu ferito da una coltellata in circostanze che il procuratore di Reggio Calabria, Giuseppe Pignatone, ha definito oggi ''poco chiare''. A colpirlo, pochi giorni dopo l'arresto di Crea, fu un minorenne imparentato col boss. Al di là di quelli che saranno gli aspetti giudiziari, comunque, Pignatone ha evidenziato che ''l'aspetto caratterizzante'' dell'omicidio del diciottenne ''e' la logica perversa che coinvolge e travolge tutto e tutti con una ferocia eccezionale. L'omicidio si segnala soprattutto per la ferocia e toglie ogni dubbio, ammesso che ve ne potessero essere, sul fatto che la 'ndrangheta non guarda in faccia a nessuno e pregiudica qualunque possibilità di vita civile in Calabria''.

 

 

 

 

Foto dal Blog della  fondazionefrancescomariainzitari.it

 

 

 

 

 

 

 

 

A suo nome e memoria è stata costituita una
fondazione. su F.B. la pagina:
http://www.facebook.com/group.php?gid=163944666955648

 

 

Gruppo Facebook

In ricordo di Francesco Inzitari

 

 

Video Youtube

Dassami Gridari Nino Forestieri
Dedicato a Francesco Maria Inzitariù

 

 

Articolo del 16 Settembre 2013 da  ildispaccio.it

Rizziconi (RC), l’Osservatorio minori chiede al Comune una via per Francesco Inzitari vittima innocente della ‘ndrangheta

"Il 5 dicembre si avvicina inesorabilmente e ai calabresi, questa data, ricorda la barbara uccisione del poco più che adolescente Francesco Maria Inzitari, vittima innocente della barbarie criminale". E' quanto ricorda il sociologo Antonio Marziale, presidente dell'Osservatorio sui Diritti dei Minori, che nel corso della cerimonia commemorativa dello scorso anno, tenutasi a Rizziconi (RC), ha pubblicamente chiesto all'Amministrazione Comunale l'intestazione di una via al ragazzo.
"Purtroppo – chiosa il presidente dell'Osservatorio – da quel giorno nulla si è mosso, nonostante il sindaco della città ed altri amministratori presenti alla serata abbiano assicurato il loro impegno in tal senso".
Per Marziale: "Dedicare una via ad una vittima giovane ed innocente è un dovere civico che gli adulti hanno nei confronti delle giovani generazioni, perché ciò si inscrive nella memoria storica di un popolo come momento educativo, allo scopo di agevolare presso i soggetti in età evolutiva una corretta socializzazione all'insegna del rispetto della dignità dell'uomo".
"Mi rivolgo al mio stimatissimo amico Giuseppe Di Giorgio, sindaco della città, e suo tramite alla giunta municipale ed al civico consesso tutto – conclude il sociologo – per sollecitarli a dare seguito alle intenzioni, affinché il sorriso di Ciccio Inzitari, alla cui memoria sono destinate borse di studio ed altre iniziative volte ad aiutare i minori in difficoltà, torni a splendere nella sua amata Rizziconi.

 

 

Share/Save/Bookmark
 

Menu

Sei  : Home Vittime 5 Dicembre 2009 Taurianova (RC). Francesco Maria Inzitari, 18enne di Rizziconi, ucciso all'uscita di una pizzeria con dieci colpi di pistola.