VittimeMafia.it

18 Novembre 1988 Santa Margherita Belice (AG). Ucciso Giuseppe Montalbano, ex medico condotto, PDF Stampa

Foto da camporealelive.com

Articolo del 19 Novembre 1988 da La Repubblica

PALERMO, ASSASSINATO UN MEDICO S' ERA RIFIUTATO DI CURARE UN BOSS?

PALERMO Stimato e conosciutissimo in paese, Giuseppe Montalbano, 63 anni, ex medico condotto di Camporeale è stato assassinato in un tipico agguato mafioso con numerosi colpi di pistola di grosso calibro e di fucile a lupara che gli hanno spappolato la testa. Il cadavere è stato trovato dal figlio della vittima che preoccupato del mancato rientro a casa del padre era andato a cercarlo in contrada Vallefondo, a quattro chilometri dal paese dove il medico era andato in un podere di sua proprietà. Giuseppe Camporeale era nei pressi della sua casa rurale in una pozza di sangue. La notizia si è sparsa subito in paese destando preoccupazione e perplessità. Il dottor Giuseppe Montalbano non era chiacchierato, non aveva amicizie particolari, e per tanti anni aveva svolto la sua professione a Camporeale ed era stimato dai suoi compaesani. Ma perché allora ha fatto quella morte orribile? E' un interrogativo al quale i carabinieri stanno tentando di dare una risposta. Una delle prime ipotesi avanzate dagli inquirenti è quella che il medico si sia rifiutato di soccorrere un latitante ferito e che questo abbia provocato una vendetta. Ma è comunque ancora troppo presto per dare una risposta definitiva a questo omicidio che ha sconvolto il paese facendo ritornare alla mente un' altra plateale esecuzione, quella del sindaco di Camporeale, Pasquale Almerico trucidato agli inizi degli anni Settanta nella piazza principale del paese con due fucilate. - f v

 

 

 

Fonte  camporealelive.com

Articolo da Il Giornale di Sicilia del 4 Marzo 2011

Una borsa di studio nel ricordo di Giuseppe Montalbano

di Lenadro Salvia

CAMPOREALE. Una borsa di studio nel ricordo di Giuseppe Montalbano. Giunge al terzo anno il premio scolastico alla memoria del medico ucciso dalla mafia il 18 novembre del 1988. "La libertà è il bene più grande che i cieli abbiano mai donato agli uomini", è il titolo del progetto educativo dell'Istituto comprensivo "Leonardo Sciascia". L'incontro di presentazione si è tenuto nei giorni scorsi nei locali di via Centro Nuovo alla presenza di Enrico Colajanni, dell'associazione Addiopizzo, e dei figli di Montalbano, Luigi e Valerio. "Gli alunni e i docenti - racconta il dirigente scolastico Carmelo Palma - hanno rivolto agli ospiti un caloroso benvenuto. I nostri allievi stanno mostrando, infatti, un forte interesse per il tema della legalità e per i valori che porta con sé". A coordinare il lavoro dei ragazzi saranno, tra gli altri, gli insegnanti Enza Salvia, Francesca Tritico e Germano Di Lorenzo. Lo scorso anno la borsa di studio da mille euro andò a Noemi Anselmo. A tutti gli altri partecipanti furono assegnati altri riconoscimenti. La borsa di studio è stata istituita nel 2008 per volontà dei familiari di Giuseppe Montalbano, che quando venne ucciso aveva 63 anni. Era il medico del paese riconosciuto in questi anni come vittima innocente di mafia.

 

 

 

Articolo del 10 Giugno 2011 di camporealelive.com

Intitolazione della biblioteca comunale al Dott. Giuseppe Montalbano

Il 7 giugno scorso presso Palazzo dei Gesuiti di Camporeale si è tenuta la cerimonia di intitolazione della Biblioteca Comunale al Dott. Giuseppe Montalbano, vittima di mafia.
L’intero pomeriggio è stato incentrato sul tema della legalità. L’evento è iniziato con la tavola rotonda “ Libertà è Legalità” che ha visto,dopo i saluti del Sindaco Vincenzo Cacioppo e dell’Assessore alla Cultura Vita Sciortino,  gli interventi dei figli, il dott. Luigi Montalbano e l'Ing. Valerio Montalbano, di Giovanni Avanti (Presidente della Provincia di Palermo), di Felice Favata (Consigliere di Facoltà di Giurisprudenza - Università di Palermo), del dott. Carmelo Carrara (Magistrato), della dott.ssa Marina Petruzzella (Giudice del Tribunale di Palermo) e dell'On. Prof. Sebastiano Missineo (Assessore reg. dei BB. CC. e dell’identità Siciliana).
A termine della tavola rotonda si è svolta la premiazione della terza edizione della borsa di studio Giuseppe Montalbano dal titolo “ La Libertà è il bene più grande che i cieli abbiano mai donato agli uomini”. Il primo premio è stato assegnato a Saladino Bone Antonella che ha realizzato un video sul Valore della Libertà.
Infine l’assemblea si è spostata presso la biblioteca al piano superiore per la scopertura della targa e la solenne benedizione impartita dal parroco del paese don Giuseppe Gradino.
Numerosa e sentita è stata la presenza dei cittadini camporealesi durante tutta la kermesse: un gesto concreto e di grande valore che la famiglia aspettava da tempo.

 

 

 

Articolo  del 31 Maggio 2013 da  lastampa.it

31/05/2013 - al vieusseux
Oggi al Vieusseux s’inaugura il presidio di Libera-Contro le mafie

di maurizio vezzaro

Imperia
Sarà inaugurato oggi dalle 10,30, presso l’aula magna del Liceo Scientifico Vieusseux il presidio dell’associazione antimafia Libera che fa capo a don Luigi Ciotti. Sarà dedicato a Giuseppe Montalbano, il medico della mutua ucciso nel 1988 a Camporeale, in Sicilia.  

Il progetto del presidio di Libera sarà presentato dai rappresentanti regionali dell’associazione Matteo Lupi e Stefano Busi, e dagli allievi del liceo Vittorio Belmonte, Chiara Chionna e Giacomo Marotta. Esporranno le iniziative che saranno intraprese il prossimo anno e che coinvolgeranno le scuole.
All’inaugurazione interverranno tre nipoti della vittima, tutti e tre studenti,uno dei quali, Lucia Montalbano, frequenta la 5ª A del Vieusseux. Poi ci sarà Giuseppe, studente di filosofia a Roma e Gabriele, iscritto alla Sorbona a Parigi, alla Facoltà di Storia contemporanea. Interverrà anche un’altra figura importante, imperiese d’adozione, il cui cognome simboleggia la lotta alla mafia: Paola Borsellino, che terrà la relazione conclusiva. Via Skype, inoltre, verrà attivato un collegamento con Gregorio Porcaro, collaboratore di don Puglisi, e con la professoressa Giusy Caldarella, già docente al Vieussex.

Giuseppe Montalbano era nato a Contessa Entellina l’8 gennaio del 1925. Lavorava a Camporeale ed era un medico. Fu ucciso il 18 novembre 1988 in prossimità della sua casa di campagna, in contrada Macellarotto-Vallefondo. Era stato colpito alla testa da colpi di arma da fuoco. Nel corso di una perquisizione domiciliare nella sua abitazione veniva trovata un’agenda in cui Montalbano aveva scritto appunti personali la cui lettura evidenziava la sua convinta e precisa avversione alla mafia e a ogni altra forma di sopraffazione.Montalbano era stato ufficiale sanitario di Camporeale, poi aveva scelto di esercitare il ruolo di medico della mutua. Ma non era disponibile ad accettare imbrogli di qualsiasi genere e non nascondeva la sua antipatia per Cosa Nostra.

 

 

Share/Save/Bookmark
 

Menu

Sei  : Home Vittime 18 Novembre 1988 Santa Margherita Belice (AG). Ucciso Giuseppe Montalbano, ex medico condotto,