VittimeMafia.it

9 Ottobre 1988 Gela. Ucciso Giuseppe Failla, 50 anni, gestore da tre anni di un bar, probabile vittima del racket. PDF Stampa

 

Articolo del 10 Ottobre 1988 da  archiviostorico.unita.it

Ucciso nel suo bar
Non pagava la tangente?


GELA Ormai è salito a 21 il numero delle vittime di omicidi a Gela, la cittadina siciliana in provincia di Caltanissetta, dall'inizio dell'anno ieri è toccato al titolare di un piccolo bar, il cinquantenne Giuseppe Failla ucciso a colpi di pistola all'interno del suo locale Si presume che l'omicidio, scoperto in mattinata da un giovane cameriere, sia avvenuto intomo alle sei. Appena il giorno prima, sabato, a Gela era stato ucciso il pregiudicato Giuseppe Verderame di 25 anni, un delitto sul quale carabinieri e polizia indagano per accertare eventuali connessioni con i precedenti delitti di mafia scatiriti dal contrasti tra cosche rivali che si contendono il controllo delle attività illecite.

Il corpo del barista Giuseppe Failla è stato trovato a terra dietro il bancone del bar in via Cadorna, una traversa tra il centrale corso Vittorio e il municipio. Failla originario di San Cataldo - altro paese in provincia di Caltanissetta - aveva rilevato la gestione del bar da tre anni. Di fronte a questo nuovo delitto, gli investigatori per ora non scartano alcuna ipotesi. Non escludono però che il barista sia stasto vittima di una organizzazione dedita al «pizzo», come viene qui chiamata la tangente richiesta dai mafiosi per garantire «protezione».

L'ipotesi è che il commerciante non abbia voluto sottostare al ricatto, e per questo sarebbe stato punito con la morte.
Oltetutto l'omicidio di Giuseppe Failla ha un precedente in un altro delitto compiuto sempre a Gela il marzo scorso con analogo ntuale. Anche allora venne assassinato un barista. Emanuele Ferrara. Pure in quella occasione i sicari agirono all'alba, all'apertura del locale.
Ed il corpo dell'esercente, anch'egli senza precedenti penali, fu trovato dietro il bancone. Insomma, a Gela una mafia particolarmente spietata sembra essersi impadronita della citta.

Share/Save/Bookmark
 

Menu

Sei  : Home Vittime 9 Ottobre 1988 Gela. Ucciso Giuseppe Failla, 50 anni, gestore da tre anni di un bar, probabile vittima del racket.