VittimeMafia.it

Libri
Portella della Ginastra, un sottile filo nero di L. Amerio, L. Baino e S. Mariani PDF Stampa

Foto da beccogiallo.org

 

Articolo del 24 Ott 2016 da narcomafie.it

Portella della Ginestra, il peccato mortale del potere

di Piero Ferrante

“Quel giorno ebbe inizio come le feste dei santi patroni nelle ricorrenze che si celebrano nei paesi della Sicilia, quando anche l’aria è pervasa dall’attesa e improvvisamente i mortaretti rompono il torpore del sonno, annunciano all’alba il giorno che viene, col suo carico di preparativi, di speranze e di riti”. Ogni qualvolta gli si domandava di parlare della strage della Piana degli Albanesi, di quel primo maggio 1947, Giuseppe Casarrubea, che alla piana non poteva esserci piccolo com’era, partiva con questo racconto. Lui, lo storico rigoroso e, insieme, il siciliano ferito. Lui, tra i primi, a fine anni Settanta, a provare a illuminare quella zona nera dove si incontravano mafiosi, fascisti, settori deviati di Stato.

C’è molto di Casarrubea nel graphic novel Portella della Ginestra. Un sottile filo nero, in uscita giovedì (27 ottobre) per la casa editrice BeccoGiallo. Sceneggiato dal duo Luca Amerio-Luca Baino e illustrato da Susanna Mariani, ripercorre le vicende di una delle pagine più oscure della Storia repubblicana. E lo fa con il grande merito di non limitarsi a narrare una vicenda (col rischio dietro l’angolo, di farne una sorta di fiaba popolare o di leggenda o, peggio, di perpetuarne burocratiche menzogne), bensì di provare a scoprirne le trame sepolte, seguendo i fili più intricati e resistenti, quelli che vanno ben oltre l’invisibile barriera alzata dal timbro del segreto di Stato e che piuttosto tenta di arrampicarsi su, più su, fino in cima, fino ai potentissimi pupari. In uno stile secco e privo di deviazioni barocche, veloce ma riflettuto, rafforzato da tratti grafici evocanti i fotogrammi del Sacco e Vanzetti di Giuliano Montaldo e il Todo modo di Elio Petri, Portella riporta a galla la coscienza sporca che insozza l’anima di una fetta d’Italia: Turiddu Giuliano e fra’ Diavolo, Mario Scelba e Giulio Andreotti, l’ingerenza statunitense, i mafiosi, i militari, i golpisti e i massoni. Le trame e i mandanti; le stragi e gli esecutori; le nebbie dense del silenzio, cupo, calato sull’Italia come una cappa che opprime. Verità reale che sfuma in verità di comodo, con colpevoli scelti di volta in volta prima di diventare a loro volta di troppo, scomode presenze per un sistema che si alimenta di omertà, occhi bendati, bocche cucite, orecchie serrate.

Ed è questo il senso più profondo del fumetto: la divaricazione tra ciò che è stato e ciò che viene fatto credere sia stato. La Storia non come patrimonio collettivo, ma come un numero da circo, come una maschera tragica sul viso di un attore tragico, come un gioco truccato dove le regole le stabiliscono, prima-durante-e-dopo i vincitori. Che poi sono sempre gli stessi, quelli che possono cambiare di abito, possono mutare l’accento e il tono di voce, pur rimanendo in ogni caso identici a se stessi.

Ma Portella si staglia come un atto di ribellione. E’ il dito che in pochi hanno osato alzare per invocare chiarezza, per spiattellare in faccia al potere il suo peccato originale reso evidente da quel pomo d’Adamo che, ancor oggi, gli sporge dalla gola. Eppure, quello che il libro lascia in eredità non è la certezza del conoscere, quanto piuttosto ila rivendicazione di mettere un altro gigantesco punto di domanda, l’ennesimo, dietro quelle verità cosiddette ufficiali.

Leggi tutto...
 
"VITTIME E RIBELLI. DONNE DI 'NDRANGHETA da Lea Garofalo a Giuseppina Pesce" di Umberto Ursetta PDF Stampa

Luigi Pellegrini Editore

fonte:  pellegrinieditore.com

 

 

Non si può capire la particolare natura della ’ndrangheta, se non si comprende il ruolo delle donne. Un importante aspetto che Umberto Ursetta riesce a cogliere con questo libro che va ad aggiungersi nella storiografia sulla ’ndrangheta a un altro testo fondamentale, quello di Renate Siebert. Ursetta, una vita a insegnare diritto, ricostruisce in modo scrupoloso fatti, circostanze, indagini e processi. Quello che ha scritto è un libro di cui si sentiva il bisogno e che merita di essere letto.

 

 

 

 

Leggi tutto...
 
ALI SPEZZATE di Paolo Miggiano PDF Stampa

Annalisa Durante. Morire a Forcella a quattordici anni.

DI GIROLAMO EDITORE

Fonte fondazionepolis.regione.campania.it

In un Paese normale, quando hai quattordici anni, quello che accade fuori da te non dovrebbe avere molta importanza. Annalisa Durante, uccisa a Forcella in un agguato di camorra il 27 marzo del 2004, con quello che accadeva nel suo quartiere da circa sessant'anni non c'entrava proprio niente, eppure è stata uccisa e con lei il suo futuro. Nella storica roccaforte della famiglia camorristica dei Giuliano c'è un conflitto tra clan. Annalisa a questa guerra è estranea. Una sera di primavera viene colpita a morte da un proiettile, esploso ad altezza d'uomo dall'ultimo erede del clan Giuliano.

"Ali spezzate" non racconta solo il crudele assassinio di Annalisa, non si limita a tracciare la geografia di due clan della camorra che da anni si fanno la guerra, ma è anche una lucida analisi dell'abbandono e del degrado sociale e culturale in cui, da più di mezzo secolo, la classe dirigente e politica napoletana ha relegato i quartieri popolari di una delle città più importanti d'Europa. Il libro è il racconto di un'altra rivoluzione partenopea mancata, ma anche dello straordinario impegno di Giovanni Durante, il papà di Annalisa, rimasto a Forcella, per il riscatto culturale e sociale del quartiere.

 

 

 

Leggi tutto...
 
IL SINDACO GENTILE di Marcello Ravveduto PDF Stampa

Melampo Editore

Nell’agosto 1980 Marcello Torre è eletto sindaco di Pagani come indipendente della giunta DC. Nel novembre dello stesso anno il paese è colpito dal terremoto e Torre si oppone apertamente alle infiltrazioni camorristiche nelle procedure di assegnazione degli appalti.
Quando viene definito «sindaco gradito alla camorra» capisce, però, di essere completamente solo per tutte le scelte prese nell’arco della sua carriera.
La sua vita viene troncata la mattina dell’11 dicembre 1980, insieme al suo sogno di vedere una politica pulita e “gentile”, capace
di promuovere lo sviluppo di un Sud offeso e martoriato.

«Marcello ci ha insegnato che solo mettendoci tutti in gioco possiamo costruire una società più giusta, e che le mafie, la corruzione e le tante forme d’illegalità a loro connesse, saranno sconfitte solo quando sapremo vincere l’indifferenza che ci rende passivi e quindi complici del loro male. Questo libro ci aiuta a ricordare la sua grande lezione di vita».
dalla prefazione di don Luigi Ciotti



Fonte:  narcomafie.it

Marcello Torre, il sindaco gentile

Per gentile concessione della casa editrice Melampo, pubblichiamo la prefazione, a cura di don Luigi Ciotti, al libro Il sindaco gentile. Gli appalti, la camorra e un uomo onesto. La storia di Marcello Torre, scritto da Marcello Ravveduto e nelle librerie a gennaio 2016 (nella foto, la copertina)

Leggi tutto...
 
PER SEMPRE FEDELE di V. Rigano e M. D'Aleo PDF Stampa

Fonte:  cronacacriminale.tgcom24.it

IN UN ROMANZO SCRITTO DA VALENTINA RIGANO E DA MARCO D’ALEO L’IMPEGNO DELL’INVESTIGATORE ANTIMAFIA

Mario D’Aleo aveva 26 anni quando ha preso il posto del Capitano Emanuele Basile, ucciso in piazza a Monreale, con la figlia in braccio. Nonostante la giovane età, il Capitano D’Aleo ha proseguito il cammino del suo predecessore, con coraggio e passione, quasi la sua fosse una missione. Il 13 giugno 1983 é stato freddato in un agguato sotto casa della fidanzata, insieme al carabiniere Pietro Morici e all’Appuntato Giuseppe Bommarito. Un uomo solare, generoso, ma allo stesso tempo tenace e determinato. Questo diario è liberamente ispirato alla sua vita, come fosse lui a raccontare la sua storia. L’impronta lasciata da D’Aleo evidenzia una mafia che non vince, perché non riesce mai a seppellire la memoria di chi la combatte. Nei racconti di alcuni momenti significativi della sua vita, vi sono le parole di chi lo ha conosciuto e amato, unitamente alle sensazioni di un militare impegnato che, prima di tutto, è anche un figlio, un fratello, un fidanzato, un amico. Tante voci si fondono nel diario della sua vita, diventando un solo uomo.

 

 

 

 

Leggi tutto...
 


Pagina 1 di 17

Menu

Sei  : Home Libri