14 Maggio 1993 Vibo Valentia. Uccisione del commerciante Nicola Remondino

Nicola Remondino, 30 anni, proprietario di un bar, ucciso la sera del 14 maggio 1993 nella frazione Porto Salvo di Vibo Valentia, “paga con la vita alcuni screzi con giovani del paese. Nicola Remondino ha finito di lavorare nel suo bar, sistema tutto, esce, abbassa la serranda. Proprio in quel momento una persona lo sorprende alle spalle e gli spara due colpi di fucile caricato a pallini”.

 

 

Tratto da “Dimenticati ” Vittime della ‘ndrangheta- di Danilo Chirico ed Alessio Magro

Cap. XVIII “Affari pericolosi” Pag. 401

“Paga invece alcuni screzi con giovani del paese il trentenne di Vibo Valentia Nicola Remondino, ucciso la sera del 14 maggio 1993 nella frazione Porto Salvo della città. Ha finito di lavorare nel suo bar, sistema tutto, esce, abbassa la serranda.

Proprio in quel momento una persona lo sorprende alle spalle e gli spara due colpi di fucile caricato a pallini.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *