22 Giugno 1989 Mesagne (BR). Nicolina Biscozzi, 33 anni, vittima innocente di faida.

Foto da: mesagnesera.it

Mesagne. Nicolina Biscozzi paga perché è con l’uomo sbagliato nel momento sbagliato. Il 22 giugno 1989 Nicolina è la compagna di Vincenzo Carone, considerato vicino ai clan di spicco nella faida per il controllo del territorio a Mesagne, quello legato a Giuseppe Rogoli e quello del suo ex braccio destro, Antonio Antonica. Nicolina e Vincenzo sono in auto insieme quando un gruppo di malviventi affianca la vettura e comincia a sparare. A soli 33 anni, Nicolina Biscozzi muore dopo un mese di sofferenze in ospedale. ( brindisioggi.it )

 

 

Nota da  mesagnesera.it
Nicolina Biscozzi fu vittima innocente della faida all’interno della Sacra Corona Unita, dovuta alla rottura tra il capoclan Giuseppe Rogoli e il suo ex braccio destro Antonio Antonica. Fu uccisa che aveva solo 33 anni. Era il 22 giugno 1989 quando compagna di Vincenzo Carone, 37 anni, uomo considerato vicino ai clan, i due furono affiancati in auto da un gruppo di malviventi che gli spararono una raffica contro. Nicoletta, ferita gravemente, morì un mese dopo in ospedale.