• 31 Dicembre 2010 Orte di Atella (CE). Carmine Cannillo colpito da una pallottola vagante mentre era a festeggiare l’arrivo dell’anno nuovo.

    Carmine Cannillo viveva ad Orta di Atella, in provincia di Caserta, ma aveva deciso di festeggiare l’arrivo del nuovo anno a casa di amici, a Crispano, nel napoletano. Intorno a mezzanotte, Carmine e il figlio piccolo si spostano in cortile per guardare meglio lo spettacolo offerto dai fuochi. Proprio nel giardino antistante l’abitazione l’operaio edile viene colpito a morte da un proiettile vagante. A poche centinaia di metri un ragazzo viene ferito alle gambe. Gli inquirenti ritengono che dietro l’omicidio e il ferimento vi possa essere la stessa mano criminale. Tuttavia ancora oggi rimane senza volto chi, quel 31 dicembre 2010, ha con stupidità e arroganza criminale trasformato un momento…