• Vibo Valentia. Incubo “Lupara bianca”: 40 persone inghiottite dal nulla

    Vibo Valentia. Incubo “Lupara bianca”: 40 persone inghiottite dal nulla Pubblicato Da: net1newson 16 settembre 2013 In provincia di Vibo Valentia esiste un “Triangolo”, non famoso come quello “Delle Bermuda”, ma con lo stesso effetto sinistro. Tra Filadelfia, Francavilla Angitola e Curinga la lupara bianca, negli anni ha inghiottito decine di persone scomparse nel nulla, all’improvviso, senza che nessuno vedesse e senza che se ne sapesse più nulla. Ma è tutta la provincia ad essere attaccata da questa metastasi che fa vivere la popolazione nel terrore. La lupara bianca, si legge sul il sito www.il vizzarro.it diretto da Sergio Pelaia, autore dell’articolo sull’argomento comparso su “Il Corriere della Calabria” n.114″…

  • 14 Maggio 1993 Vibo Valentia. Uccisione del commerciante Nicola Remondino

    Nicola Remondino, 30 anni, proprietario di un bar, ucciso la sera del 14 maggio 1993 nella frazione Porto Salvo di Vibo Valentia, “paga con la vita alcuni screzi con giovani del paese. Nicola Remondino ha finito di lavorare nel suo bar, sistema tutto, esce, abbassa la serranda. Proprio in quel momento una persona lo sorprende alle spalle e gli spara due colpi di fucile caricato a pallini”.     Tratto da “Dimenticati ” Vittime della ‘ndrangheta- di Danilo Chirico ed Alessio Magro Cap. XVIII “Affari pericolosi” Pag. 401 “Paga invece alcuni screzi con giovani del paese il trentenne di Vibo Valentia Nicola Remondino, ucciso la sera del 14 maggio 1993…

  • 23 Febbraio 1990 Vibo Valentia. Saverio Purita, bambino di 11 anni, scompare, lo ritrovano il 27 morto soffocato e bruciato.

    Saverio Purita ha solo undici anni quando viene ucciso come il peggiore dei boss. Abita a Vibo, frequenta la scuola e in paese tutti lo conoscono. Non è un ragazzino normale, non si è più ripreso da un incidente stradale che lo ha costretto a una lunga convalescenza. La sera del 23 febbraio 1990 esce di casa per andare a giocare in Piazza Martiri dell’Ungheria nel centro della cittadina. Lo vedono tirare calci al pallone. Poi scompare. Per cinque giorni si teme per la sua vita, e il 27 febbraio le ipotesi degli investigatori sono scavalcate dai fatti. In peggio. Il ragazzo viene ritrovato in una pineta nella zona Mezzapraia…

  • 15 Giugno 1987 Vibo Valentia. Antonio Civinini, carabiniere di 28 anni, viene ucciso nella piazza principale della città.

    Antonio Civinini, carabiniere di 28 anni, originario della provincia di Palermo e in servizio presso la compagnia speciale che ha sede all’ex aeroporto di Vibo Valentia, venne ucciso la sera del 15 giugno del 1987, davanti a decine e decine di persone che nonostante l’ora tarda (erano circa le 22) affollavano Piazza Municipio. L’omicida, a cui aveva chiesto i documenti, gli scaricò quasi un intero caricatore uccidendolo sul colpo, riservando l’ultima pallottola al commilitone, Vincenzo Cataldo, ventunenne di bari, che fu ferito all’inguine ma si salvò.         Tratto dal libro Dimenticati Vittime della ‘ndrangheta di Danilo Chirico e Alessio Magro Lunedi 15 giugno 1987 l’Italia ha appena…

  • 2 gennaio 1983 Vibo Valentia. Francesco Pugliese, 13 anni. Scomparso.

    Francesco Pugliese Vibo Valentia (VV)   2 gennaio 1983  13 anni Francesco Pugliese aveva solo 13 anni quando scomparve da Vibo Valentia il 2 gennaio 1983. Fonte: vivi.libera.it       Fonte:  archiviolastampa.it  Articolo del 22 novembre 1982 Una famiglia angosciata, scolari in pericolo: il giudice non può intervenire di Arturo Daco Chi ferma il pistolero tredicenne che bloccò la scuola a Vibo Valentia? Minaccia con la pistola i passanti, la madre, i vigili – Quaranta volte è stato portato in caserma – Ma la magistratura deciderà solo quando il ragazzo avrà 14 anni. VIBO VALENTIA — Grave situazione a Vibo Valentia, nel quartiere di via per Triparni dove Francesco…