8 Maggio 1947 Partinico (PA) Uccisione di Michelangelo Salvia, 34 anni, dirigente della Camera del Lavoro.

Michelangelo Salvia, nato  il 9 aprile 1913, uccisione avvenuta l’8 maggio 1947, a una settimana della strage di Portella.

“Michelangelo Salvia fu ucciso con dei colpi di arma da fuoco sparatigli in bocca perché Michelangelo non aveva peli sulla lingua. La gente parlava , lo stato era omertoso e depistava…”  Giuseppe Casarrubea

Sulla sua tomba leggiamo:

barbaramente ucciso da una mano sopraffattrice

per chiudere la bocca

portatrice di verità insopprimibile

su tutti gli uomini che soffrono

I buoni e onesti cittadini lo ricordano

fulgido esempio di onesto lavoratore

Cosa abbiamo raccolto?

Tratto da: http://casarrubea.wordpress.com/archivio/

 

 

 

Una settimana dopo l’orrore della strage di Portella della Ginestra, a Partinico (Pa), il 9 maggio 1947 il trentaquatrenne Michelangelo Salvia, dirigente della Camera del Lavoro, fu ucciso con un colpo in bocca perché fosse chiaro quale colpa gli era stata imputata.
Fonte:  vivi.libera.it

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *