Azzardopoli – Dossier di Libera sul gioco d’azzardo in Italia (2012)

5. Fate il vostro gioco

Per tentare la fortuna il mercato dei giochi offre una vasta possibilità di scelta. E l’elenco alla fine del 2010 è stato riassunto da Carlotta Zavattiero nel suo libro “Lo Stato bisca” “Lotto e 10 eLotto (una nuova modalità di gioco del Lotto); giochi numerici a totalizzatore, cioè giochi di sorte basati sulla scelta di numeri come il Superenalotto ed il SuperStar, un gioco opzionale complementare al precedente. Seguono i giochi legati al mondo sportivo come Totocalcio, Il9, Totogol; chi ama baseball, calcio, ciclismo, hockey su ghiaccio, motociclismo, rugby, sollevamento pesi, tennis, volley, può dedicarsi alle scommesse a quota fissa, o a Big Match, una scommessa multipla legata a eventi calcistici o a Big Race, abbinata a diversi eventi sportivi del ciclismo, dello sci, dell’automobilismo e ancora del motociclismo. Fondamentale poi l’ippica. Ed ecco tutta la serie di giochi a tema in cui sbizzarrirsi: ippica nazionale e internazionale, scommesse in agenzia e V7, in cui si pronosticano i cavalli classificati al primo posto nelle sette corse oggetto del concorso. Sotto il controllo dello Stato ci sono anche gli apparecchi da intrattenimento come le new slot che erogano una vincita in denaro.
Altra categoria di giochi legali sono gli skill games a distanza, cioè i giochi di abilità online con vincita in denaro che, nonostante siano stati legalizzati solo da due anni, hanno già sbancato in termini di introiti”. Da notare che Roma è nettamente capitale anche nel Bingo. Nel 2010 un romano ha giocato quasi il doppio della media nazionale (61 euro contro 33) per un una spesa complessiva di 228 euro. Ma per esborso pro capite l’exploit appartiene a Verbania con 161 euro di. E’ interessante notare come il sistema recuperi proprio tutto e così tra gli skill games, cosiddetti giochi di abilità, sono stati inseriti in cartellone anche scopa e burraco che appartengono al repertorio tradizionale, diremmo cartaceo, del giocatore italiano.
Accanto al poker anche solitari, briscola e domino. L’interesse è nato in Bwin Italia che si è servita della piattaforma multigioco di Jadestone Networks e di Burraconline. L’iniziativa è stata lanciata nel novembre del 2010 ed ha incontrato un buon seguito visto che nell’arco dei primi quattro mesi ha reclutato 20.000 giocatori che hanno dato vita ad un totale di 450.000 tornei tra scopa e burraco. Molto attivo anche King.com, il più grande portale di giochi di abilità del mondo, quattro sedi tra Londra, Stoccolma, Amburgo e San Francisco, 15 milioni di visitatori mensili, che si è fatto spazio in Italia in network con Lottomatica e poi vendendo il gioco dell’Eredità alla Rai nella versione presentata da Carlo Conti. Qui si affacciano giochi rompicapo come “Jungle Bubble”, “Love Me Love Me Not”, “Midas Miner”, “African Rainmaker”: giochi d’azione, sportivi, di parole, di carte, di strategia. Una proposta per ogni gusto nell’ambito del tempo libero, ma con grandi ritorni economici. Poi i Bingo nella doppia versione: in sala e a distanza.
Come leggete un elenco molto ampio, gettonabile a ventaglio a 360° gradi a cui aggiungere le più recenti innovazioni di cui riferiamo a parte.
E se i Casinò fanno un enorme fatica, lo Stato non riesce a tenere in vita tredici Lotterie. Una internazionale di grandi prospettive, la Lotteria europea, ma, a margine altre collegate ad eventi locali e pure di risonanza nazionale come il carnevale di Viareggio, il Gran Premio di Agnano, quelli di Monza e Merano, la regata storica di Venezia, sono destinate a sparire nel 2012. Per lasciare il posto alla regina madre di tutte le lotterie, quella con il montepremi più rilevante, la Lotteria Italia con l’estrazione finale nel classico giorno dell’Epifania.

Pages: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *